Vita privata e società

La crescente presenza di un’ampia varietà di contenuti in forma digitale permette una duplicazione più semplice e a basso costo e una distribuzione semplificata dell’informazione. Questo crea un effetto variegato rispetto alla fornitura del contenuto. Da una parte, il contenuto può essere distribuito a un costo unitario minore. Dall’altra parte, la distribuzione di contenuto al di fuori dei canali che rispettano la proprietà degli intellettuali può far sì che creatori e distributori siano meno incentivati a produrre e rendere disponibile il contenuto. L’informatica crea una serie di questioni inerenti alla protezione della proprietà intellettuale e nuovi strumenti e normative sono stati sviluppati per cercare di risolvere questo problema.

Les-gadgets-high-tech-au-cœur-de-toutes-les-envies

Sono sorte molte problematiche riguardo alla libertà di parola e alle normative che regolano il contenuto in Internet, questo sta portando alla continua richiesta di meccanismi che controllino il contenuto reputato offensivo. In ogni caso è molto difficile trovare una soluzione adatta. Gestire del materiale indecente coinvolge la comprensione e non solo la visione su tali argomenti, ma anche la loro evoluzione nel corso del tempo. Inoltre, la stessa tecnologia che permette l’alterazione del contenuto per far sì che sottostia ai canoni della decenza, può anche essere utilizzata per filtrare discorsi politici e restringere l’accesso a materiale politico. In ogni caso, se la censura non sembra essere un’opzione, una possibile soluzione potrebbe essere l’etichettatura. L’ idea è che i consumatori vengano informati in modo migliore e spetti a loro la decisione di evitare, o meno, il contenuto sconveniente.

Il rapido incremento del potere di computazione e l’evoluzione delle comunicazioni hanno fatto nascere preoccupazioni considerevoli riguardo alla riservatezza sia all’interno del settore pubblico che privato. La diminuzione dei costi per l’archiviazione dei dati e l’elaborazione delle informazioni, ha reso particolarmente probabile che sia i governi che il settore privato collezionino dossier dettagliati su tutti i cittadini. Nessuno è in grado di sapere al momento chi stia raccogliendo dati personali, e tanto meno come questi dati vengano utilizzati, condivisi o come possano essere utilizzati nel futuro Queste preoccupazioni fanno diminuire la fiducia dei consumatori rispetto alle istituzioni e alla comunicazione online e di conseguenza potrebbero inibire lo sviluppo del commercio elettronico. Un approccio tecnologico per la protezione della privacy potrebbe essere la crittografia, ma questa tecnologia rappresenta e impone una barriera importante relativa alle investigazioni criminali.

È conoscenza popolare quanto oggigiorno le persone soffrano di un costante sovraccarico informativo. Molta dell’informazione disponibile in Internet è incompleta e a volte non corretta. Le persone spendono sempre più tempo assorbimento informazioni irrilevanti solo perché sono disponibili e in molti pensano di dover essere informati a tale riguardo. Di conseguenza è necessario studiare le modalità secondo le quali le persone valutino credibile le informazioni che raccolgono, in modo da inventare e sviluppare nuovi sistemi relativi all’affidabilità del contenuto in grado di aiutare consumatori a gestire nel migliore dei modi il sovraccarico informativo.

Il progresso tecnologico crea inevitabilmente la dipendenza dalla tecnologia. La creazione di infrastrutture vitali assicura la dipendenza da tali infrastrutture. Risulta ovvio che il mondo attuale dipende dal trasporto, dalla telefonia e altre infrastrutture fondamentali, e con molta probabilità diverrà dipendente dall’emergente infrastruttura informativa. La dipendenza dalla tecnologia può portare alcuni rischi. L’impossibilità di utilizzare le infrastrutture tecnologiche potrebbe causare il collasso delle funzionalità sociali ed economiche. Blackout relativi a servizi telefonici su lunga distanza, al sistema relativo ai dati di credito, ai sistemi per il trasferimento elettronico di fondi, e altri servizi per l’elaborazione di tali informazioni e comunicazioni vitali creerebbero indubbiamente problematiche economiche diffuse su larga scala. In ogni caso è probabilmente impossibile evitare la dipendenza dalla tecnologia. Di conseguenza deve essere considerato con attenzione quello che può portare la dipendenza dalle tecnologie rispetto ad una possibile mancanza di tali tecnologie, la mancanza di possibili soluzioni alternative disponibili, e l’aumento dei costi come risultato di tale mancanza.

La costante rivoluzione nel mondo dei computer e delle telecomunicazioni ha un impatto variegato a livello economico e sociale sulla civiltà moderna e richiede un’investigazione scientifica sociale dettagliata, in modo da gestire i suoi rischi e pericoli. Risulta importante un lavoro intelligente improntato sulle politiche sociali e sulla progettazione tecnologica. Le decisioni devono essere prese con cautela. Molte scelte fatte oggi potrebbero essere costose e difficili da modificare nel futuro.